Home Corso di Laurea in Economia Aziendale Presentazione classe_18



Corso di laurea in Economia aziendale - Business administration

L-18 - Scienze dell'economia e della gestione aziendale - DM 270/04

Obiettivi formativi

Il corso di laurea in Economia Aziendale intende formare laureati che siano in grado di inquadrare e affrontare le problematiche caratteristiche della gestione di aziende ed altre organizzazioni, private e pubbliche, assumendo responsabilità manageriali od imprenditoriali dirette, ovvero agendo in veste di liberi professionisti.
Il corso assume pertanto come fondamentale obiettivo formativo quello di fornire una solida preparazione di base riguardo le tematiche fondamentali inerenti il governo, la gestione, l'organizzazione ed il controllo delle imprese e delle altre istituzioni volte alla produzione di beni e servizi, ma si pone altresì la finalità di garantire una adeguata formazione (teorica e metodologica) di base e interdisciplinare nelle materie economiche, quantitative e giuridiche, allo scopo di sviluppare le capacità necessarie per comprendere i principali fenomeni economici, interpretare i fenomeni aziendali e utilizzare i dovuti strumenti applicativi ai processi gestionali.

 

 

Conoscenze richieste per l'accesso

I pre-requisiti minimi per l'accesso al corso di laurea sono costituiti, oltre al possesso di un Diploma di Scuola Secondaria Superiore di durata quinquennale, da un'adeguata conoscenza della lingua italiana e possesso di abilità linguistiche connesse, una cultura generale che permetta di comprendere e inquadrare i fenomeni fondamentali della società in cui operano le entità economiche, la conoscenza di base della lingua inglese e competenze logico-matematiche di base. Si prevedono incontri di orientamento prima dell'iscrizione e moduli ausiliari di supporto dopo l'iscrizione per colmare eventuali lacune. Si prevede altresì un test di accesso obbligatorio, le cui modalità e caratteristiche saranno definite dal Regolamento didattico del Corso di Studio e in coerenza con quanto previsto dal Regolamento didattico di Ateneo.

 

 

Percorso formativo

Il corso, articolato su 20 insegnamenti, ripartiti su tre anni e un unico curriculum scientifico, prevede al primo e secondo anno, gli insegnamenti di base, economici, aziendali, matematico-statistici, giuridici e le indispensabili competenze linguistiche e informatiche.

Al terzo anno sono invece proposti insegnamenti caratterizzati da un maggior livello di specializzazione ed è previsto lo svolgimento di un tirocinio formativo obbligatorio, mediante il quale gli studenti potranno sperimentare concretamente ed attivamente le conoscenze, le abilità, le attitudini e le proprie personali motivazioni. Sempre al terzo anno è prevista la prova finale (cui sono riconosciuti 6 dei 180 crediti complessivamente previsti).

 

 

Risultati di apprendimento attesi

Al termine del percorso di studi, il laureato deve conoscere:
- i concetti base e il connesso linguaggio scientifico delle discipline aziendali;

- la natura, il ruolo e le caratteristiche principali dell'azienda e dell'impresa, nella prospettiva funzionale e nelle declinazioni settoriali;

- la struttura finanziaria delle aziende e le modalità di acquisizione ed investimento delle risorse finanziarie;

- i principali concetti e schemi di analisi delle strutture organizzative, della strategia d'impresa e delle strategie di corporate governance;

- le basi della micro e macroeconomia che possono permettere di prendere adeguate decisioni aziendali, comprendendo le caratteristiche essenziali del funzionamento di un'economia moderna;

- i fondamenti del diritto, in ambito nazionale e internazionale, e la legislazione che disciplina l'attività delle aziende;

- gli strumenti matematici e statistici di base per la rilevazione, la misura e l'analisi quantitativa dei fenomeni economici e finanziari;

- la struttura e i meccanismi di rilevazione dei costi e di registrazione ed elaborazione delle informazioni quantitative aziendali;

- due lingue straniere.

Tali conoscenze, unite alla padronanza degli strumenti operativi essenziali nel campo del decision management, del controllo di gestione e dell'organizzazione, consentiranno al laureato sia di inserirsi direttamente nel mondo del lavoro - in organizzazioni operanti nel settore privato, così come in quelle del settore pubblico, del profit e del non-profit includendo anche l'area dei servizi (studi professionali, studi di consulenza, ecc.) – quanto di accedere alle Lauree Magistrali dell'area economico-aziendale.

Le conoscenze e le capacità descritte, sviluppate nei diversi insegnamenti, sono conseguite tramite lezioni frontali, attività di laboratorio, esercitazioni, studio individuale. Il raggiungimento di tali abilità è comprovato dal superamento delle prove d'esame che si svolgono in forma scritta ed orale, e nell'ambito della preparazione della prova finale.


Tali risultati saranno conseguiti attraverso l'utilizzo combinato di più strumenti didattici quali discussione di casi di studio, esercitazioni e project work, laboratori teorico-pratici. La verifica sarà realizzata attraverso prove scritte e orali e mediante lo svolgimento delle eventuali presentazioni d'aula previste nell'ambito dei singoli i corsi, oltre che con la preparazione e dissertazione dell'elaborato finale.


Il laureato sarà in grado di esporre con un linguaggio appropriato e in modo chiaro ed esauriente le tematiche relative alle dinamiche dei comportamenti aziendali a quelle dei mercati e dei contesti normativi di riferimento. Dovrà essere capace di redigere relazioni scritte e rapporti di lavoro sulle analisi effettuate, utilizzando i vari ed opportuni strumenti di comunicazione; dovrà sapersi relazionare con interlocutori interni ed esterni all'azienda (abilità che si rafforza attraverso l'attività di tirocinio) e possedere una buona conoscenza di base della lingua inglese (parlata e scritta) e del francese (almeno di primo livello).
Le abilità comunicative scritte ed orali sono sviluppate e verificate nell'ambito delle lezioni e degli esami, dei lavori di gruppo, della prova finale e della discussione della medesima, del tirocinio e della sua rendicontazione (per la quale lo studente è tenuto a produrre una dettagliata relazione scritta).

Al termine del percorso di studi, il laureato sarà in grado di individuare autonomamente gli strumenti per aggiornare e ampliare la propria conoscenza e le proprie competenze ed avrà maturato piena consapevolezza del metodo che porta alla costruzione di un ragionamento economico-aziendale strutturato, coerente e finalizzato ad obiettivi specifici. Sarà dunque capace di applicare le conoscenze e le abilità acquisite anche in sede di auto-sviluppo professionale (formazione permanente) o di prosecuzione degli studi verso la laurea magistrale.

Il raggiungimento di tali abilità è comprovato dal superamento delle prove d'esame, che si svolgono in forma scritta ed orale, e nell'ambito della preparazione della prova finale

 

Caratteristiche della prova finale

La prova finale consiste nella redazione, sotto la supervisione di un docente del corso, di un elaborato (sviluppato su un argomento relativo agli ambiti disciplinari previsti dal piano di studio) e nella discussione dello stesso in presenza di una Commissione di laurea. La prova (cui si riconoscono 6 CFU) dovrà consentire di valutare l'acquisita padronanza degli strumenti metodologici, teorici e le loro applicazioni, appresi durante il corso, nonché la capacità di effettuare una ricerca bibliografica, di individuare correttamente le fonti per l'accesso a dati empirici e di presentare, secondo una sequenza logica, le argomentazioni necessarie a supportare la propria "tesi". La prova può capitalizzare l'esperienza maturata durante l'attività di tirocinio: in questo caso lo studente dovrà mettere in relazione l'attività svolta con i concetti e gli strumenti di analisi acquisiti durante il corso.

Sbocchi occupazionali e professionali

I "naturali" sbocchi occupazionali del laureato in Economia Aziendale sono da ricercarsi nelle organizzazioni produttrici di beni e servizi, di natura privata e pubblica, in qualità di imprenditore, di dirigente o di impiegato, così come nell'ambito delle libere professioni e della consulenza aziendale.
In relazione agli obiettivi formativi individuati, un ulteriore importante sbocco per i laureati in Economia Aziendale è la prosecuzione degli studi nei successivi livelli dell'istruzione superiore, considerati un complemento auspicabile per il raggiungimento dei più alti livelli di professionalità nell'ambito dei diversi profili professionali a carattere manageriale.

 

 

Il corso prepara alla professione di

  • Specialisti nei rapporti con il mercato;
  • Specialisti in scienze economiche;
  • Specialisti in contabilità e problemi finanziari;
  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private ;
  • Specialisti della gestione e del controllo nella pubblica amministrazione;
  • Specialisti di problemi del personale e dell'organizzazione del lavoro.
Contatore_visite
Hits visite contenuti : 4346593