Home Archivio anni precedenti

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

(http://economia.unibas.it)

A.A. 2013 - 2014

 

 

 

INSEGNAMENTO: ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

lingua base: ITALIANO        

cod. insegnamento *: ECN007

 

Docente: CARLA  ROSSI 

Settore Discip. SECS-P/08

Qualifica: Associato

 

Email:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 Sito web: www.carlarossi.net

Recapiti telefonici:     tel: 0971/205412

Periodo: II° semestre (03/14 –06/14)

 

Data inizio corsi: 5 marzo 2014

Ricevimentoore riservate per lo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale   160

numero di ore relative alle attività in aula (1 CFU=8 ore) 80

eventuali altre ore - esercitazioni, seminari, tirocini   10

 

Propedeuticità consigliate 

Economia Aziendale

Curriculum scientifico

 

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

Conoscenze di base sulle principali categorie concettuali economico-manageriali e le logiche di gestione delle imprese, con particolare riguardo a quelle industriali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

Lo studente sarà in grado di analizzare le dinamiche dell'ambiente competitivo di specifici settori e di valutare le scelte strategiche e operative delle imprese ivi operanti. Conoscerà inoltre i principali modelli di analisi strategica e acquisirà, anche in termini operativi, competenze su specifiche tecniche di gestione e di analisi  (gestione delle scorte,  valutazione dei progetti di investimento, redazione di un business plan, analisi della potenzialità economico-strutturale di impresa, ecc.).

Autonomia di giudizio (making judgements)

Lo studente maturerà avanzate capacità critiche e di ragionamento sugli argomenti teorici e pratici discussi in aula. Dovrà sviluppare una più accentuata attitudine al problem-solving, anche attraverso l’analisi di casi reali.

Abilità comunicative (communication skills)

A conclusione del corso, ogni studente dovrà essere in grado di documentare, verbalmente e per iscritto, la conoscenza degli argomenti sviluppati con proprietà di linguaggio e consapevolezza tecnica sui temi discussi in aula.

Capacità di apprendimento (learning skills)

Lo studente saprà individuare e valutare le principali leve a disposizione del management per operare nei mercati; dovrà mostrare di comprendere e utilizzare correttamente il linguaggio specialistico della gestione di impresa. Affinerà le proprie capacità analitiche e acquisirà le basi necessarie per affrontare le principali problematiche di gestione, così come si presentano nella moderna realtà aziendale 

Programma del corso  

(italiano)

Il corso vuole giungere a far sviluppare una chiara capacità di lettura e interpretazione del funzionamento dell'impresa. Gli studenti saranno in grado di comprendere le dinamiche interne e le modalità di interazione con l’ambiente esterno dell'impresa, inquadrata in una prospettiva sistemica.

Saranno pertanto analizzate le principali teorie sulle finalità e sul governo dell’impresa - intesa quale sistema complesso composto da individui, competenze, funzioni e processi - e sulle sue relazioni con le principali categorie di stakeholder.

Il corso, dunque, intende:

- fornire allo studente le conoscenze di base sulle principali categorie concettuali economico-manageriali e le logiche di gestione delle imprese, con particolare riguardo a quelle industriali;

- creare le basi cognitive indispensabili per analizzare le dinamiche dell'ambiente competitivo, nonché le scelte strategiche e operative delle imprese;

- garantire una visione d'insieme dell'impresa e introdurre le diverse funzioni della gestione (marketing, produzione, logistica, finanza, ecc.), con l’obiettivo di far emergere le interdipendenze dei processi gestionali;

- favorire lo sviluppo di avanzate capacità critiche e di ragionamento sugli argomenti teorici e pratici discussi in aula.

Costituiscono parte integrante del programma didattico le esercitazioni, che potranno articolarsi anche nella preparazione e nella discussione in aula, da parte degli studenti, di casi aziendali, che verranno preventivamente resi disponibili per gli studenti frequentanti, e che saranno rivolti ad approfondire, in chiave empirica, particolari temi del programma (Strategie complessive e competitive, analisi SWOT, ecc.).

In dettaglio, i contenuti dell’attività formativa sono i seguenti:

  • Il sistema d’impresa e le sue relazioni con l’ambiente (cap. 1 e 2 Sciarelli)
  • Le figure dell'imprenditore, del manager e dello stakeholder (cap. 3 Sciarelli e cap. 6 Baglieri et. al.)
  • Funzioni e finalità dell'impresa (cap. 4 Sciarelli)
  • Analisi del contesto competitivo: settore, mercato e business (cap. 3 Baglieri et al.)
  • Competitività aziendale e modello di Business (cap. 14 Baglieri et al.)
  • Le strategie di business e di corporate (capp. 7 e 8 Baglieri; capp. 6 e 7 Sciarelli)
  • Il ciclo di direzione e le condizioni organizzative per l’implementazione delle strategie (cap 8, 9 e 10 Sciarelli)
  • Progettazione e gestione del processo produttivo (cap. 14 Sciarelli)
  • La gestione dei rapporti di fornitura (cap. 16 Sciarelli)
  • Il marketing (cap. 13 Sciarelli)
  • Le scelte finanziarie (cap. 15 Sciarelli)
  • Il Sistema Informativo e i processi di knowledge Management (cap. 12 Sciarelli)
  • Le tecniche di programmazione e controllo: gestione delle scorte, analisi potenzialità economico-strutturale, valutazione dei progetti di investimento (cap. 19 Sciarelli e appendici 1 e 4)
  • Le tecniche di valutazione dell'efficienza aziendale: gli indici di bilancio, la balanced scorecard (capitolo 20 Sciarelli e appendici n° 3 e 6)
  • Il Business Plan (appendice al capitolo 19 e appendice n° 8)

(inglese)

The course aims to foster the development, by students, of a clear ability to read and interpret the functioning of business. Students will be able to understand the internal dynamics and modes of interaction with the external environment of the enterprise, framed in a systemic perspective.

They will therefore analyze the main theories on the purpose of the enterprise - understood as a complex system, composed of individuals, skills, functions and processes - and its relations with the main categories of stakeholders.

They will then be provided with the tools of analysis and formulation of corporate strategy, deepening the examination of models, methodologies and techniques for the management of individual functional activities: the function of manufacturing, procurement, marketing, logistics, finance function, the measurement and control of the performance, and so on. Methods and techniques appropriate to address the main problems in operational management will be presented.

More in detail the contents are as indicated below:

• The enterprise system and its relationship with the environment (chaptera 1, 2 Sciarelli)

• The entrepreneur, the manager and the stakeholder (Chapter 3 Sciarelli; chapter 6 Baglieri et. Al.)

• Functions and objectives of the company (chapter 4 Sciarelli)

• Analysis of the competitive environment: industry, market and business (Chapter 3 Baglieri et al.)

• Competitiveness and corporate business model (chapter 14 Baglieri et al.)

• Business strategies and corporate (chaps 7 and 8 Baglieri; chaps. 6 adn 7 Sciarelli)

• The cycle of management and organizational conditions for the implementation of strategies (Chapter 8, 9 and 10 Sciarelli)

• Planning and management of the production process (Chapter 14 Sciarelli)

• The management of supplier relationships (Chapter 16 Sciarelli)

• Marketing (Chapter 13 Sciarelli)

• The financial choices (ch. 15 Sciarelli)

• The Information System and Knowledge Management processes (Chapter 12 Sciarelli)

• The techniques of planning and control: inventory management, potential economic and structural analysis, evaluation of investment projects (Chapter 19 Sciarelli and Appendices 1 and 4)

• The valuation techniques in business efficiency: financial ratios, Balanced Scorecard (Chapter 20 Sciarelli and appendices No. 3 and 6)

• The Business Plan (Appendix to Chapter 19 and Appendix No. 8)

Exercises form an integral part of the curriculum, which can also be structured in the preparation and discussion in the classroom, on the part of students, business cases, which will be made available in advance for attending students, and will be designed to deepen particular themes of the program (competitive strategies, SWOT analysis, etc..).

Testi di riferimento

- S. Sciarelli, “La gestione dell’impresa”, Cedam, Padova 2011 (studiare i capitoli dal numero 1 al numero  16, più i capitoli 19 e 20, e le seguenti appendici: 1, 3, 4, 6, 8)

- D. Baglieri, G. Dagnino, R. Faraci, “Economia e Gestione delle Imprese. Capacità, Processi, Competitività”, Isedi, 2013 (studiare i capitoli 3, 6, 7, 8 e 14)

 

Ulteriore materiale didattico distribuito dal docente durante il corso:

Attraverso il sito web della docente sarà reso disponibile il materiale per lo studio dei casi.

 

Metodi didattici:

lezioni frontali

testimonianze

gruppi di studio o di lavoro

studio e/o discussioni di casi

esercitazioni

Metodi di valutazione intercorso: 

Sono previste due prove di auto-valutazione del livello di preparazione (strutturate sulla falsariga della prova finale) che, dopo lo svolgimento, saranno corrette in aula.

 

 

 

Metodi di valutazione:

La verifica dei risultati di apprendimento conseguiti viene effettuata mediante prova scritta (e orale).

In prima battuta, è prevista una prova scritta che è strutturata nella seguente modalità:

- 8 domande “chiuse”, a scelta multipla (con 3 opzioni di risposta);

- da 6 a 8 domande a risposta aperta (negli spazi assegnati);

- 1 o 2 esercizi sulle tecniche di gestione.

Le differenti metodologie di accertamento delle conoscenze maturate sono volte a verificare l'effettiva acquisizione da parte dello studente:

-· delle conoscenze teoriche connesse alla disciplina,

- della capacità di dominare e utilizzare in maniera applicativa gli strumenti tecnico-operativi ad essa associati;

-di un'adeguata “abilità” comunicativa necessaria per esprimere correttamente, e con un lessico

pertinente alla disciplina, le acquisizioni della propria attività di studio.

I punteggi della prova scritta sono determinati nel modo seguente: le risposte alle domande "chiuse" valgono un punto (-0,25 in caso di errore); quelle a risposta aperta, a seconda del grado di difficoltà, da 2 a 3· punti. Gli esercizi da 3 a 5 punti.

Le differenti sezioni della prova (risposte multiple, aperte ed esercizi) sono combinate in modo tale che la somma complessiva dei punteggi, nel caso in cui le risposte siano tutte corrette, generi un voto superiore a 30. Il differenziale positivo crea le premesse per l’attribuzione della lode.

La valutazione finale è frutto di una media "ponderata" tra voto dello scritto e voto del colloquio orale (con il "peso" dello scritto che è pari al doppio di quello dell'orale).

Per sostenere l'esame è indispensabile prenotarsi ed esibire, oltre al libretto, un valido documento di identità.


Contatore_visite
Hits visite contenuti : 4355755